Migliore samsung tv the serif | (2022) Opinioni & Prezzi – Domoticaoggi.it

Per aiutarti con il tuo acquisto, abbiamo messo insieme questa guida all’acquisto di samsung tv the serif. Quando si utilizza un samsung tv the serif superiore, si è ben consapevoli che tutto appare migliore. Tuttavia, come si fa a ottenere il miglior samsung tv the serif per te? Potremmo facilmente rimanere sopraffatti dall’enorme numero di tipi di display e tecnologie attualmente a nostra disposizione” (per non parlare della vertiginosa gamma di funzioni intelligenti). Se stai cercando consigli di acquisto di base o vuoi sapere quali sono le caratteristiche cosa più importante, questa guida fungerà da sherpa mentre navighi nel deserto dello shopping televisivo, grazie alle lezioni raccolte da dozzine di recensioni, guide e spiegazioni tecniche raccolte nel corso di diversi anni.

Migliore Nr. 2
Telecomando per Samsung UE32LS001AU Serif TV Medium (White 32'') - Con due batterie AAA 121AV incluse
  • Questo telecomando funziona per Samsung UE32LS001AU
  • Include due batterie 121AA AAA Zinc Chloride
Migliore Nr. 3
Telecomando per Samsung UE40LS001AU Serif TV (White 40'') - Con due batterie AAA 121AV incluse
  • Questo telecomando funziona per Samsung UE40LS001AU
  • Include due batterie 121AA AAA Zinc Chloride
Migliore Nr. 4
Telecomando per Samsung UE40LS001CU Serif TV (Dark blue 40'') - Con due batterie AAA 121AV incluse
  • Questo telecomando funziona per Samsung UE40LS001CU
  • Include due batterie 121AA AAA Zinc Chloride
Migliore Nr. 5
Telecomando per Samsung UE24LS001BU Serif TV Mini (Red 24'') - Con due batterie AAA 121AV incluse
  • Questo telecomando funziona per Samsung UE24LS001BU
  • Include due batterie 121AA AAA Zinc Chloride
Migliore Nr. 6
Telecomando per Samsung UE24LS001AU Serif TV Mini (White 24'') - Con due batterie AAA 121AV incluse
  • Questo telecomando funziona per Samsung UE24LS001AU
  • Include due batterie 121AA AAA Zinc Chloride
OffertaMigliore Nr. 7
SAMSUNG TV QLED Ultra HD 4K 43" QE43LS01TBUXZT Smart TV Tizen Blu
  • Design a 360 gradi: goditi la vista del tuo TV da tutte le angolazioni e ammira il modo in cui si fonde armoniosamente con i tuoi ambienti
  • Tecnologia QLED: la tecnologia Quantum Dot di Samsung sfrutta le nanoparticelle per produrre il 100% di volume colore, così avrai sempre il massimo del realismo
  • Multi View: dividi lo schermo in due parti, in modo da guardare contemporaneamente i contenuti di TV e smartphone
  • Varianti di colore: scegli tra Cloud White e Cotton Blue per essere sempre in sintonia con il tuo arredo
  • Ambient Mode: sfoglia le tue foto preferite, visualizza informazioni utili o crea atmosfere diverse con la funzione Ambient Mode
OffertaMigliore Nr. 9
Samsung TV QE32LS03TCUXZT LS03T Smart TV 32”, The Frame, FHD, Wi-Fi, 2020, Nero (Charcoal Black)
  • Questo TV è predisposto a ricevere il nuovo Digitale Terrestre 2.0
  • Modalità Arte: Trasforma il tuo TV in una vera e propria opera d'arte scegliendo tra tantissimi dipinti famosi quelli che più si adattano ai tuoi spazi.
  • Cornice personalizzabile: scegli tra 3 diverse cornici intercambiabili, in tema con il tuo stile.
  • Grazie alla tecnologia QLED potrai vedere i tuoi contenuti e le tue opere preferite con una qualità visiva degna di un dipinto.
  • Smart Technology: oltre ad essere un bellissimo quadro, il The Frame è una Smart TV con sistema Tizen per gestire tutti i tuoi contenuti preferiti.

Una gamma sbalorditiva di TV ad alta definizione (HD), 4K Ultra HD e persino 8K è ora prontamente disponibile nei punti vendita. Questi modelli variano nel prezzo da enormi schermi economici a display di fascia alta che contraddistinguono i migliori televisori attualmente disponibili sul mercato. Sono state sollevate diverse domande in relazione all’intelligente samsung tv the serif e abbiamo le risposte a tutte. Tutto, dalle differenze tra la risoluzione 8K e 4K alle caratteristiche funzionali del samsung tv the serif, è trattato in dettaglio. Inoltre, discutiamo del motivo per cui l’HDR è desiderabile e delle distinzioni tra display LED e OLED.

Alcuni grandi marchi, come LG, Samsung o Sony, dominano il mercato televisivo. Altri, come Panasonic o Hisense, hanno argomenti da difendere. Ma al di là del marchio e del suo prestigio, la scelta di un samsung tv the serif deve basarsi su criteri leggermente più tecnici. Perché sono disponibili modelli a tutti i prezzi. Quali sono le differenze tra un samsung tv the serif a 200€ e un altro a 2.800€? Contano molto le dimensioni dello schermo sempre più grande, la risoluzione (UHD 4K) e la tecnologia di visualizzazione. Allo stesso tempo, i produttori fanno molto rumore su tecnologie che sono tutt’altro che essenziali; Smart TV, HDR o schermo curvo sono tra questi. Ecco le informazioni essenziali per vedere più chiaramente.

DIMENSIONI DELLO SCHERMO samsung tv the serif: DA 32 A OLTRE 60 POLLICI

La dimensione dei televisori è espressa in pollici, sebbene il centimetro sia un’unità di lunghezza più significativa. La tabella seguente fornisce le equivalenze tra le due unità. Quando si parla di TV da 32, 50 o 65 pollici, il numero si riferisce alla diagonale dello schermo (non alla sua altezza o larghezza).

Corrispondenza delle diagonali dello schermo in pollici e centimetri

pollici centimetri
24″ 61 cm
26″ 66 cm
32″ 81 cm
40″ 102 cm
42″ 107 cm
43″ 109 cm
46″ 117 cm
48″ 122 cm
50″ 127 cm
55″ 140 cm
60″ 152 cm
65″ 165 cm
75″ 191 cm
80″ 203 cm
82″ 208 cm
85″ 216 cm

Scegli un samsung tv the serif con dimensioni adatte alle dimensioni del tuo soggiorno o camera da letto. Attenzione, in negozio, la percezione dello spazio è sbilanciata dall’area di vendita e dal numero di televisori presentati. Uno schermo apparirà spesso più grande a casa che in un negozio.

Molti modelli sono disponibili in tutte le dimensioni dello schermo: oltre 50 pollici , 55 pollici , 65 pollici , ecc. Un samsung tv the serif con una diagonale di 32 pollici o meno a volte è sufficiente come schermo aggiuntivo in una camera da letto, ad esempio.

Inoltre, lascia una distanza sufficiente per guardare comodamente la TV. Abbiamo chiamato un panel di utenti per determinare la distanza ideale che dovrebbe separare lo spettatore dallo schermo in base alle loro dimensioni 

Buono a sapersi.  È possibile individuare la diagonale dello schermo nel riferimento del samsung tv the serif:

  • LG OLED 55 B7V: 55  pollici
  • Samsung QE 65 Q7F: 65  pollici

TELEVISORI TRA 200 E 3.000 €

Non c’è bisogno di andare in bancarotta per comprare un buon samsung tv the serif. Diversi fattori influenzano il prezzo, inclusa la qualità del pannello o le dimensioni dello schermo. Ma per una determinata dimensione dello schermo, anche i prezzi variano, e anche molto (da semplice a quintuplicato per uno schermo da 55 pollici, per esempio!). Quindi non è facile scegliere. I nostri test di laboratorio sono qui per aiutarti. Oltre alla qualità dell’immagine (valutata dalle misurazioni e da un pannello visivo), valutiamo la qualità del suono e la facilità d’uso.

In Italia, i consumatori sembrano particolarmente interessati ai televisori con una diagonale di circa 40 pollici, ma l’appetito per gli schermi da 55 pollici è in aumento. Spesso le dimensioni dello schermo variano anche a seconda dell’ambiente a cui è destinato (cucina, soggiorno, camera da letto). Gli italiani spendono in media 470 euro per un samsung tv the serif. Un budget che consente proprio, come indica la nostra tabella di preventivi di seguito, di permettersi uno schermo di buona qualità.

Prezzo minimo per un samsung tv the serif di qualità in base alle dimensioni dello schermo

pollici Prezzo
40” 400€
43” 500€
49” 800€
55” 1.300€
65” 1.500€

Un consiglio: se il tuo budget è limitato, preferisci un modello di fascia media leggermente più piccolo a un grande schermo entry-level. I grandi televisori entry-level raramente vanno bene nei nostri test, anche tra i marchi più noti.

Inoltre, è necessaria una piccola messa a punto della tua TV nuova di zecca per ottimizzare la qualità del display. Il nostro video sulla regolazione dell’immagine  ti guiderà attraverso questo passaggio semplice ed essenziale.

LCD, OLED: QUALE TECNOLOGIA DELLO SCHERMO SCEGLIERE?

La moltitudine di sigle e sigle complica ciò che si può spiegare molto semplicemente: esistono solo due tecnologie di schermo, LCD e OLED.

TV LCD (display a cristalli liquidi)

L’LCD è la tecnologia più antica e diffusa. È in gran parte dominato dai produttori, da qui la qualità complessiva dei televisori disponibili oggi sul mercato. Esistono due tipi di pannelli LCD: pannelli IPS (In Plane Switching) e pannelli VA (Vertical Alignment). Senza entrare nella tecnica, i pannelli IPS, gestiti principalmente da LG, Panasonic e Sony, dovrebbero ridurre la direttività dell’immagine e offrire una buona resa cromatica ma soffrono di una mancanza di profondità del nero. I pannelli VA, presenti principalmente in Samsung, offrono neri più profondi al costo di un angolo di visione limitato.

Principio di funzionamento

La tecnologia dei display a cristalli liquidi ha permesso di sostituire i tubi a raggi catodici con i televisori piatti. Gli schermi LCD funzionano grazie alla retroilluminazione del pannello. Inizialmente, il sistema di retroilluminazione era costituito da tubi fluorescenti (CCFL). Questi tubi sono ora sostituiti da diodi a emissione di luce (LED). Questi consentono di offrire schermi più sottili, più leggeri e a minor consumo energetico. Esistono due tecniche di retroilluminazione a LED: Edge LED e Full LED. Ti presenteremo anche i LED “local dimming” e “quantum dot”, due tecnologie che consentono di correggere alcuni difetti nella retroilluminazione dei LED.

Qual è la differenza tra LCD e LED?

Questi due termini in realtà si riferiscono a uno schermo LCD. Senza ulteriori elaborazioni, LCD si riferisce a uno schermo LCD retroilluminato da tubi. Uno schermo a LED si riferisce a uno schermo LCD retroilluminato da LED.

LED di bordo

I diodi sono distribuiti lungo il perimetro dello schermo e diretti verso il suo centro. È la soluzione più economica, quindi è quella utilizzata negli schermi entry-level e di fascia media. Pecca principale, illuminazione che a volte manca di omogeneità e neri radi.

Full-LED

I diodi sono questa volta distribuiti su tutta la superficie posteriore dello schermo. Più costoso, offre anche una retroilluminazione omogenea. I neri a volte mancano di densità e i rapporti di contrasto sono inferiori rispetto a uno schermo OLED.

Oscuramento locale

Indipendentemente dal fatto che la retroilluminazione sia Edge LED o Full LED, l’immagine spesso soffre di una mancanza di profondità e contrasto del nero. La tecnica di attenuazione locale migliora il risultato riducendo il controluce nelle aree scure dell’immagine. I nostri test dimostrano che questa tecnica è efficace, soprattutto su schermi Full LED.

Punto quantico

Questa tecnologia dovrebbe migliorare la resa cromatica degli schermi LED. I produttori hanno rinominato il punto quantico:

  • Triluminos in Sony;
  • Display quantistico presso LG;
  • Nano cristalli di Samsung.

I nostri test dimostrano che questa tecnologia a volte è efficace, ma non è sufficiente a garantire la qualità della riproduzione dei colori di uno schermo. Alcuni modelli di punti quantici testati negli ultimi mesi mostrano risultati molto nella media nonostante prezzi superiori a 1.500 euro.

TV OLED (Organic Light Emitting Diode).

L’OLED è una tecnologia riservata per il momento ai televisori di fascia alta molto grandi (55 pollici di diagonale, budget da 1.500 a 2.000 euro) visti i suoi costi di produzione ancora molto elevati. I primi modelli, commercializzati nel 2013, erano già convincenti, come ha mostrato il nostro video di introduzione all’LG 55EA920V. L’anno 2018 ha visto questa tecnologia diventare più democratica grazie all’inizio di un calo dei prezzi e di un’offerta più ampia. Samsung, Philips e Panasonic si sono infatti affiancate al pioniere LG tra i modelli proposti.

Principio di funzionamento

A differenza dell’LCD, l’OLED non funziona secondo il principio della retroilluminazione del pannello. Ogni pixel infatti genera la propria luce quando viene attraversato da una corrente elettrica. Così, quando un pixel è spento, diventa un vero e proprio punto nero, da qui la profondità dei neri e i buoni rapporti di contrasto offerti da questi schermi.

Schermi OLED, vantaggi e svantaggi

Più I minori
Contrasti elevati       
Elevato livello di dettaglio  
Ampi angoli di visuale
Prezzo                                   
Pochi feedback sull’affidabilità
Consumo di energia

samsung tv the serif FULL HD, UHD, 4K, 8K… QUALE RISOLUZIONE SCEGLIERE?

Full HD, UHD

Gli schermi UHD sono ampiamente utilizzati per televisori da 40 pollici e oltre. Sono più comuni degli schermi Full HD, ora limitati a modelli leggermente più vecchi o entry-level. Gli schermi HD Ready sono attualmente limitati ai televisori da 32 pollici e più piccoli.

Televisori: risoluzioni dello schermo

  HD ready Full HD UHD (o 4K) 8K
Risoluzione orizzontale 1366 1920 3840 7680
Risoluzione verticale 768 1080 2160 4320
numero di pixel 1 milione 2 milioni 8,3 milioni 33 milioni

4K

Concretamente, oggi hai buone possibilità di acquistare, appunto, uno schermo UHD. Televisori 4K e televisori UHD sono intercambiabili , ma si tratta di un abuso di linguaggio (la risoluzione orizzontale del 4K “reale” raggiunge i 4096 pixel, è un formato riservato al cinema).

In teoria, uno schermo UHD è inutile se il contenuto guardato non offre la stessa risoluzione. Un film o un programma in SD (definizione standard) non può essere ingrandito da uno schermo UHD! Detto questo, i nostri test mostrano che i modelli UHD, anche con contenuti con risoluzione HD (1920×1080), ora funzionano meglio di un samsung tv the serif con risoluzione Full HD. I produttori televisivi hanno infatti sviluppato efficaci tecnologie di interpolazione (o “upscaling”) che migliorano l’immagine. E i processori del display sono abbastanza potenti per gestirli.

8K

I display 8K stanno iniziando ad arrivare sul mercato, ma si tratta ancora di prodotti destinati ad alimentare il combattimento di galli tra i produttori. Ad oggi, nessun programma, film o serie è disponibile in 8K. Nessun anello della catena creativa è ancora pronto (una fotocamera 8K costa circa 75.000 euro senza batteria o obiettivo e 40 minuti di pellicola richiedono ben 4 TB di spazio di archiviazione…).

Buono a sapersi.  Il contenuto UHD è molto costoso da produrre ed è ancora relativamente raro. Oggi, tra i programmi TV, sono più o meno limitati ai grandi eventi sportivi (Olimpiadi, Mondiali di calcio). Netflix e Amazon Prime sono fornitori più grandi, poiché offrono molti film e serie UHD per lo streaming. Ma una buona connessione a Internet è essenziale! Gli schermi 4K sono anche apprezzati dai giocatori di console (Xbox One X, PS4 Pro).

HDR: UNA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DEL PIXEL

HDR (High Dynamic Range) è una tecnologia che migliora la qualità dei pixel che compongono un’immagine accentuandone la luminosità ei colori. Tecnicamente, le informazioni sulla luminanza e sul colore sono quantizzate a un numero maggiore di bit, risultando in un’immagine molto più sfumata, specialmente nelle aree di scarsa e alta luminosità. Una sola TV HDR è inutile: per godersi i contenuti HDR, l’intera catena, dall’acquisizione alla produzione e trasmissione, deve essere compatibile con HDR. Stiamo iniziando a trovare contenuti HDR sia su Blu-Ray 4K HDR, sia in streaming, ad esempio tramite Netflix. Ma una connessione Internet in fibra ottica è essenziale (il nostro comparatore ISP permette di trovare la migliore offerta). Molti televisori sono compatibili con HDR, ma questo componente non dovrebbe essere un criterio di scelta.

PREMIUM UHD, S-UHD, SUPER UHD: OGNI PRODUTTORE HA IL SUO NICKNAME!

I produttori, raggruppati all’interno della UHD Alliance (con altri influenti promotori di UHD, come Netflix) hanno creato una certificazione di immagine denominata “Ultra HD Premium”. Il loro obiettivo: distinguere i loro televisori di fascia alta diversi dalla designazione UHD, ora applicabile a molti modelli, compresa la fascia media. Questa certificazione UHD Premium garantisce una definizione dell’immagine UHD minima (3840 × 2160) e retroilluminazione a punti quantici, nonché l’integrazione dell’HDR.

Stranamente, il logo Ultra UHD Premium è appena visibile nei negozi. I produttori hanno preferito distinguersi l’uno dall’altro. Così l’UHD Premium è diventato:

  • S-UHD di Samsung;
  • Super-UHD presso LG;
  • Triluminos 4K HDR di Sony.

samsung tv the serif COS’È?

Una Smart TV è una TV connessa a Internet, sia tramite il tradizionale cavo ethernet che tramite una connessione Wi-Fi.Queste Smart TV sono ormai di uso comune, ognuno è libero di utilizzare questa dimensione connessa collegando direttamente la TV a Internet. I produttori hanno sviluppato un portale di servizi che fornisce l’accesso a vari contenuti.

Video streaming

Avrai accesso diretto a Netflix, Amazon Prime Video, myCanal e altri siti di streaming video. Devi abbonarti a questi vari servizi per goderti film e serie.

app

Sullo stesso modello dell’Apple App Store o del Google Play Store, i produttori propongono applicazioni da scaricare in televisione: giochi, attività sportive, apprendimento dello yoga, ricette di cucina… gli stili sono vari!

Riconoscimento vocale

Disponibile su un numero crescente di modelli dal microfono posto nel telecomando, questo dispositivo facilita le richieste su Internet. Stai cercando un film, informazioni, previsioni del tempo… Non c’è bisogno di inserire testo dal telecomando, basta parlare alla televisione e il risultato viene visualizzato.

QUAL È IL CONSUMO DI ELETTRICITÀ DI UN samsung tv the serif?

Le dimensioni degli schermi sempre più grandi e il tempo medio trascorso davanti al samsung tv the serif (3h42 in media al giorno! Fonte: Médiamétrie, 2018) ci invitano legittimamente a tenere conto del consumo di elettricità quando si acquista un samsung tv the serif. Sfortunatamente, le informazioni fornite dai produttori non sono affidabili. La nostra tabella seguente, che mostra le nostre misurazioni di laboratorio, mostra, tuttavia, che il consumo di elettricità dei televisori è diminuito notevolmente negli ultimi anni. Con una diagonale dello schermo equivalente, un samsung tv the serif UHD consuma in media il doppio di uno schermo Full HD.

Consumo medio annuo di televisori da 32″ e 42″.

  2011 2013 2015 2016 2018
32″ (81 cm) 94 kWh 66 kWh 61 kWh 53 kWh 52 kWh
Da 40″ a 42″ (da 102 a 207 cm) 162 kWh 109 kWh 92 kWh 85 kWh 82 kWh

COME MIGLIORARE LA QUALITÀ AUDIO DI UNA TV?

Negli ultimi 10 anni, l’immagine dei televisori è notevolmente migliorata. Ma lo stesso non si può dire per la qualità del suono. C’è da dire che gli schermi, sempre più sottili, lasciano poco spazio ai buoni altoparlanti. Alcuni produttori ottengono risultati corretti su determinati modelli (il più delle volte di fascia alta), ma la riproduzione del suono è spesso mediocre.

soundbar

È una soluzione abbastanza convincente. Testiamo regolarmente le soundbar disponibili sul mercato e il nostro verdetto è chiaro: anche un modello entry-level migliorerà il suono della tua TV, soprattutto per la riproduzione di voci che si trovano nella gamma media. Le soundbar ora sono abbastanza discrete e molto spesso dotate di Wi-Fi e Bluetooth. Stanno attirando sempre più utenti perché possono essere utilizzati come altoparlanti wireless per ascoltare musica in streaming tramite il tuo smartphone.

Cuffie

Se desideri utilizzare le cuffie per guardare la televisione contemporaneamente ad altri membri della tua famiglia, assicurati che il samsung tv the serif ti consenta di ascoltare le cuffie pur disponendo di un controllo del volume indipendente da quello degli altoparlanti. Queste informazioni a volte sono difficili da trovare, le menzioniamo sistematicamente nelle caratteristiche dei televisori che testiamo. È anche possibile optare per un auricolare TV wireless, sono appositamente progettati per questo uso.